Bagaglio per viaggi in aereo. Cosa portare?

Partire soli con un bambino non è semplice, per diversi Motivi.
Un dei tanti motivi e il bagaglio: come gestirsi quando si ha un bambino a cui pensare e si è completamente soli? Ho provato questa esperienza per la prima volta andando a Tenerife.
Avevo prenotato questo viaggio per il ponte dell’otto dicembre senza pensarci troppo. Il volo costava poco, ho trovato un buon hotel a un buon prezzo e ho deciso di partire.

Nei mesi successivi ho avuto mille dubbi! Ma alla fine e andata benissimo.

Per i bagagli, ho preferito viaggiare leggera. La mitica TRUNKI con quanto sarebbe servito per il volo e una sola valigia. Va bene anche media, non necessariamente ďeve essere piccola. L’importante e che sia una. Avendo anche il passeggino, una sola valigia è l’ideale. Noi siamo arrivati a Malpensa in auto, ho trovato una buona offerta per i parcheggi adiacenti all’aeroporto sul sito VIA MILANO PARKING, alla fine mi è costato meno dei parcheggi con navetta e sono decisamente più comodi. 

Una volta arrivati al check in abbiamo lasciato passeggino e valigia, Matteo ha bisogno del passeggino solo la sera per dormire, si addormenta presto e così col passeggino avrei potuto fare una passeggiata dopo cena.

Abbiamo proseguito solo con la TRUNKI. Quello che mi preoccupava di più erano i controlli di sicurezza. Tanta confusione, il dover passare uno per volta, Matteo che sarebbe dovuto rimanere solo per qualche minuto. Ma devo dire che è stata solo una mia fissa mentale. Lui è stato molto collaborativo. Povero, mi ha fatto tenerezza perché non voleva lasciare la sua TRUNKI, ma poi l’addetta ai controlli l’ha convinto! Faccio passare prima lui, così da poterlo vedere sempre. Non vi dico le lacrime di Matteo quando l’hanno perquisito!!! io dall’altra parte gli dicevo, con un sorriso, di stare tranquillo, che era normale e che l’avrebbero fatto anche a me (per fortuna l’hanno tranquillizzato dicendogli che quello che dicevo era vero, e così mi sono beccata anche io una bella perquisizione, ma poco male). Riprendiamo la TRUNKI e via!!! dritti agli imbarchi.

Quando siamo arrivati, abbiamo ritirato i bagagli e siamo andati a ritirare l’auto a noleggio. Matteo sul passeggino per darmi una mano, la TRUNKI appesa al maniglione.

Devo dire che ce la siamo cavata benissimo, quindi quello che posso consigliare è di viaggiare leggeri!!! Io sono facilitata perché ho un bambino solo, per chi ha più figli è sicuramente più complicato. Quando Matteo era piccolo mi trovato comoda con il marsupio e la sua borsa a tracolla. quando nel marsupio non ci stava più ho dovuto usare per forza il passeggino, ma si trova sempre qualcuno che ti da una mano, anche senza chiedere. Da quando viaggio ola con Matteo ho avuto modo di trovare tantissime persone molto disponibili quando vedono una mamma con un bambino in difficoltà, quindi viaggiate, non abbiate paura. C’è un mondo intero da vedere!!!!

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *