In campeggio in Alto Lario: Una notte in tenda a Domaso!

Campeggio

Week end in campeggio, giornate di sole, cena ai crotti e notte avventurosa in tenda tra Tuoni e fulmini

Siamo in piena estate, temperature caldissime date soprattutto dalla cosiddetta “bolla africana”. E così pensiamo a cosa fare in un Week end così afoso.

Il nonno ci da una grande idea!!!! Lui gestisce la sede di Domaso (alto Lario) dello Yacht Club Como, con diversi posti letto in casette di legno e in tenda.

Si tratta di un centro fatto apposta dei ragazzi dove possono fare corsi di vela per tutta l’estate e se si dovessero appassionare di questo sport possono iscriversi alla squadra agonistica. Può tranquillamente essere una valida alternativa ai centri estivi, Grest e oratori, i ragazzi possono stare tutta la settimana o piu al centro velico facendo corsi di vela e stando in compagnia con altri ragazzi, visto che c’è sempre un coordinatore che si occupa di loro giorno e notte, oltre agli istruttori. I bambini possono iniziare ad andare in vela dai sette anni, su barchette piccole adatte a loro chiamate Bug.  INFO CORSI DI VELA

Era un Week end di luglio dove non c’erano regate della squadra agonistica, quindi c’erano diversi posti letto disponibili, così abbiamo accettato l’invito del nonno.

Decidiamo di partire presto, subito dopo una buona colazione anche perché partendo tardi  sulla strada del lago si trova coda.  Ci vuole un ora ad arrivare a Domaso da casa nostra, non è tanto, infatti ci andiamo spesso anche in giornata. 

Appena arrivati salutiamo il nonno, che ci porta alla nostra tenda.  È bella grande, si sta comodamente in piedi e ci sono diversi letti a castello all’interno, che vengono utilizzati dai ragazzi della scuola vela. 

Mettiamo le nostre lenzuola e coperte,  sistemiamo le nostre borse e via in spiaggia.

A noi Domaso piace moltissimo. C’è una lunghissima spiaggia fatta di erba e sassolini, alcune piante do e potersi mettere all’ombra e un angolo con la sabbia per far giocare i bambini.

Per il pranzo decidiamo per un toast in uno dei var lungo la spiaggia. La giornata trascorre serena tra bagni nel lago e giochi con la sabbia.

Per la cena,abbiamo prenotato uno dei tanti crotti della zona. Si tratta di sposti tipici che si trovano sulle montagne intorno al lago e che servono generalmente grigliate di carne, salumi, formaggi e polenta uncia. Sono posti molto rustici con tavoloni e panche. Si mangia rigorosamente all’aperto, riparati solo da tettoie in legno. Sono davvero molto caratteristici e hanno una vista lago favolosa. 

Rientriamo alla nostra tenda e andiamo a dormire.  E qui comincia la vera avventura.  

 Ci abbiamo messo un po prima di dormire perche Matteo era molto emozionato all’idea di essere in tenda. Era attratto da ogni tipo di rumore o ombra, incuriosito da tutto. Ma a un certo punto si vede un bagliore e subito si spegne. Poi un altro e un altro ancora. Ed ecco un tuomo fortissimo. È in arrivo un temporale.

Inizia a soffiare un vento fortissimo, il rumore delle piante, la tenda che si muove e da degli strattoni ma rimane inchiodata a terra. E poi una pioggia fortissima! Noi in rigoroso silenzio sotto le coperte ad ascoltare questi suoni della natura. Devo dire che è stata una notte avventurosa. Ogni tanto vedevo gli occhietti di Matteo uscire da sotto le coperte  e guardarsi intorno, e mi guardava come per dire: mamma tutto ok? Allora lo tranquillizzato con un sorriso e gli raccontavo di quante volte è capitato quando andavo in campeggio da piccola.  Dopo un po’, pioggia e vento hanno iniziato a calmarsi e Matteo si è addormentato sereno.

La mattina dopo era tutto contento per l’avventura vissuta!!!

Decidiamo di andare a fare colazione in paese con una buona brioches e un succo di frutta. Dopodiché andiamo in spiaggia a goderci la splendida giornata di sole e, intorno alle 19, visto che googlemaps non dava code, decidiamo di rientrare a casa.  

Il Week end è stato davvero bello, per Matteo il campeggio è stata una piacevole scoperta. Io ho la fortuna di avere la possibilità di dormire nelle tende del circolo vela, ma nella zona ci sono tantissimi campeggi.

Se non avete una tenda, affittano le casemobili che sono delle piccole casette in legno. Il campeggio permette ai bambini di vivere la vacanza in completa libertà. L’ho provato sulla mia pelle da bambina visto che con i miei genitori ogni anno ci andavo per un mese intero. Ho girato tutta l’italia in questo modo e ho dei bellissimi ricordi. Ogni bambino dovrebbe provare almeno una volta questo tipo di vacanza, anche solo per un Week end.

 

 

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *