Il Viaggio solo con mamma o papà visto dai bambini

Ricordo che quando ero bambina, le vacanze erano un momento per stare insieme con tutta la famiglia, mamma, papà, io e mia sorella. Si partiva l’1 agosto e si tornava il 31. Ed era così, ogni anno.

Adesso le cose sono cambiate, e non tutte le famiglie possono fare le vacanze insieme, o almeno non tutte. Chi perchè per motivi di lavoro non riesce a far coincidere le ferie, chi perchè magari è separato o divorziato, o chi, ha un marito, o moglie che non ama viaggiare e preferisce fare le vacanze nella tranquillità dello stesso posto.

In ogni caso ci sono famiglie che ancora riescono a partire tutte insieme, e altre in cui un genitore viaggia solo con i propri figli.

Ma vi siete mai chiesti cosa ne pensano i bambini?

Sicuramente le cose cambiano se il motivo è una separazione dei genitori o se è dovuto a ferie che non coincidono o a interessi diversi dei genitori. Io sul primo caso non ho esperienze, ma posso dirvi cosa ne pensa Matteo (5 anni), vista la nostra situazione.

Noi facciamo sempre un paio di settimane in vacanza con papà in montagna, una nelle vacanze di Natale e una ad agosto. Poi ogni tanto (ho calcolato una media di una ogni tre anni) riusciamo a portarlo anche una settimana al mare. Ma per il resto viaggiamo soli o con i nonni, amici o cugini.

Se chiedo a Matteo se è contento di partire solo con me dice si, contentissimo! E se gli chiedo se gli dispiace che non c’è papà risponde che gli dispiace moltissimo, ma visto che deve lavorare facciamo bene ad andare in vacanza, perchè tanto stando a casa non lo vedremmo lo stesso!!

E’ vero, i bambini hanno bisogno della loro routine e delle loro certezze. Senza quelle probabilmente avrebbero difficoltà nella vita quotidiana. Ma durante il viaggio senza un genitore, una delle due certezze più importanti per loro (che sono mamma e papà), viene a mancare. Per questo motivo vedrete che, durante un viaggio da soli con vostro figlio o figlia, si creerà un legame fortissimo e bellissimo.

Difficilmente un bambino, fuori dalla routine quotidiana, chiederà con insistenza dell’altro genitore e il motivo è uno solo: La novità! Stanno visitando un  posto nuovo, stanno affrontando delle giornate completamente diverse dal solito, magari gli viene concesso qualche vizio in più, e probabilmente si staranno divertendo da matti! Quando siamo in viaggio non ho mai chiesto a Matteo se gli manca papà, glielo chiedo sempre al ritorno per evitare che gli venga nostalgia quando invece lui è tranquillo e felice. Ogni volta risponde si, che gli è mancato, ma che si è divertito un sacco. Anzi, spesso mi dice: rimaniamo per sempre qui e chiediamo a papà di venire qui con noi?

Quindi, non preoccupatevi, se viaggiate soli con vostro figlio o figlia, state sereni! I bambini hanno uno spirito di adattamento fantastico, si divertiranno moltissimo con poco e avranno un bellissimo ricordo del viaggio fatto con mamma o papà! Ovviamente il viaggio deve essere pensato anche per loro!

Viaggiate con i vostri figli, e abituateli presto a farlo! Avrete grandi soddisfazioni da loro e cresceranno con una mente aperta! Non ricorderanno i luoghi, ma le emozioni resteranno per sempre.

 

 

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *